Per usufruire delle detrazioni fiscali segui questa breve guida:

1) registrati inserendo le informazioni richieste, dati anagrafici, email, password, ecc.

2) indicare prima l'indirizzo di spedizione e in seguito quello di fatturazione (se differente)

3) scegliere come modalità di pagamento "Bonifico"

4) confermare l'ordine

DETRAZIONI FISCALI

Scarica la guida "Ristrutturazione edilizia"

Prima di effettuare il pagamento è necessario richiedere la fattura al nostro indirizzo email [email protected] e soltanto dopo averla ricevuta si potrà effettuare il bonifico seguendo attentamente le istruzioni contenute nella nostra email di risposta. (Per maggiori info contattaci cliccando qui)

DETRAZIONE AL 65% 

CLIMATIZZATORI

I climatizzatori in pompa di calore che forniscono sia riscaldamento che raffrescamento, a condizione che siano ad alta efficienza (come definito dal Vademecum dell’Enea) e che siano installati in sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente, beneficiano delle detrazioni fiscali del 65% per le opere finalizzate al risparmio energetico. I valori minimi per l'applicazione dell'Ecobonus dovranno essere: EER 3,40 COP 3,90 che diventano rispettivamente 3,23 e 3,71 considerando la riduzione del 5% prevista per i sistemi dotati di inverter, come stabilito nel D.M. 19 febbraio 2007, già modificato dal D.M. 26 ottobre 2007 e coordinato con D.M. 7 aprile 2008 e con D.M. 6 agosto 2009, attuativo della Legge Finanziaria 2008 (“Decreto edifici”).

CALDAIE

L'Ecobonus prevede una detrazione fiscale al 65% per le spese sostenute per la sostituzione degli impianti di produzione di acqua calda sanitaria con impianti dotati di pompa di calore, o scaldacqua in pompa di calore, o con impianti dotati di caldaia a condensazione almeno in classe A. Per ottenere la detrazione al 65%, fermo restando che il bene sia di classe A, vanno abbinati sistemi di termoregolazione evoluti, i quali permetto l’aumento di una classe energetica, (appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02) o impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con la caldaia a condensazione o l’installazione di impianti solari termici. Rimane inoltre l’obbligatorietà di installazione delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica come previsto dal Decreto 19/02/2017 (art.9 lettera b) in attuazione della Legge 296/2006. 

Entro 90 giorni dal termine dei lavori (intendendo per termine dei lavori la data di rilascio della Dichiarazione di Conformità) è necessario trasmettere all’ENEA la scheda informativa relativa agli interventi realizzati, redatta secondo lo schema riportato nell'allegato E del decreto attuativo (D.M. 19 febbraio 2007) attraverso il sito https://detrazionifiscali.enea.it/ 

DETRAZIONE AL 50%

CLIMATIZZATORI

    1) Nel caso di ristrutturazione edilizia rientrano nella detrazione del 50% i climatizzatori con pompa di calore anche non ad alta efficienza, purché il condizionatore possa essere usato anche per il riscaldamento nella stagione invernale, a integrare o a sostituire l’impianto di riscaldamento già esistente. L’installazione di un climatizzatore d’aria, in assenza di altri lavori di ristrutturazione, rientra comunque nell'ambito dei lavori per i quali si ha diritto ad accedere alla detrazione fiscale dall'IRPEF del 50% su 10 anni.

    2) Con il Bonus Mobili rientrano nella detrazione del 50% i grandi elettrodomestici con etichetta energetica A+ o superiore installati dopo una ristrutturazione edilizia. L’acquisto è comunque agevolato per gli elettrodomestici privi di etichetta, a condizione che per essi non ne sia stato ancora previsto l’obbligo. L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettuano nel 2020, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2019.

CALDAIE

Nel caso di ristrutturazione edilizia rientrano nella detrazione fiscale al 50% le spese sostenute per ristrutturare le abitazioni o le parti comuni di edifici residenziali attraverso una ristrutturazione edilizia oppure una manutenzione ordinaria o straordinaria Riqualificazione energetica - ex legge 296/06) Dal 1° gennaio 2018, per le caldaie a condensazione si può usufruire della detrazione del 50% solo se hanno un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n. 811/2013.

La documentazione all’ente competente ENEA va inserita in questo apposito sito https://detrazionifiscali.enea.it/ 

L’invio deve avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Soltanto per gli interventi la cui data di fine lavori (collaudo) è compresa tra il 01/01/2018 e l’21/11/2018 il termine dei 90 giorni decorre dal 21/11/2018. A causa dell’interruzione del servizio del sito per l’invio della documentazione relativa alle detrazioni del 50% (bonus casa) si avvisano gli utenti che la scadenza per l’invio della documentazione per gli interventi con fine lavori antecedente al 21/11/2018 è prorogata al 21 febbraio 2019.

Per beneficiare della detrazione del 50% è necessario effettuare il pagamento mediante bonifico bancario o postale in cui sia indicata:

1) la causale del versamento, con riferimento al numero di fattura e alla norma che consente l'agevolazione (articolo 16-bis del Dpr 917/1986)

2) il codice fiscale di chi paga e accede all'agevolazione

3) il codice fiscale o la partita IVA del beneficiario del pagamento (di chi vende).

Basta dirlo allo sportello della tua banca quando fai il pagamento oppure usa l’apposita funzione sull’home banking dal tuo telefono o dal tuo computer, se questa funzione è presente.

STUFE, TERMOCAMINI, CUCINE A BIOMASSA

Detrazione fiscale al 50% per interventi di Ristrutturazione Edilizia

La detrazione fiscale per Interventi di Ristrutturazione Edilizia prevede una detrazione del 50% in dieci anni sulla spesa effettuata anche per l'acquisto di una stufa, una cucina o un camino a legno o a pallet effettuato dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2019, a patto che l'acquisto rientri all'interno di un più ampio progetto di risparmio energetico o ristrutturazione edilizia della propria abitazione, con un limite massimo di spesa di 96.000 euro.

La detrazione fiscale del 50% è ottenibile anche in assenza di opere edilizie, in applicazione della normativa vigente in materia di risparmi energetici. In questo caso la Detrazione Fiscale è ammessa per l’acquisto e l’installazione di camini e stufe a biomassa aventi un rendimento non inferiore al 70%.

Per beneficiare della detrazione è necessario effettuare il pagamento tramite bonifico bancario / postale riportante:

1) causale del versamento

2) codice fiscale del soggetto che paga

3) codice fiscale o partita iva del beneficiario del pagamento

L'incentivo è dedicato per i lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, e ristrutturazione edilizia del patrimonio edilizio e possono usufruirne tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef). I contribuenti interessati devono conservare, oltre alla ricevuta del bonifico, le fatture o le ricevute fiscali relative alle spese effettuate e l’attestato del Produttore.

Inoltre, come previsto dalla Legge di Bilancio 2019, al fine di consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico avvenuto, i contribuenti che intendono accedere a tale beneficio sono obbligati a trasmettere all’enea le informazioni sui lavori effettuati. La trasmissione dei dati dovrà avvenire tramite il portale https://detrazionifiscali.enea.it/ entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.

Per semplificare la trasmissione delle informazioni, l’ENEA, d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia delle Entrate, ha messo a punto una “Guida rapida alla trasmissione” con tutte le informazioni necessarie per l’invio dei dati. 

Detrazione fiscale 50% per interventi di Riqualificazione Energetica

A partire dal 01/01/2018 con validità fino a 31/12/2019, le spese sostenute per l’acquisto, la sostituzione (totale o parziale) e la posa in opera di prodotti e impianti a biomassa per il riscaldamento domestico invernale possono godere di una detrazione fiscale del 50% in dieci anni fino ad un valore massimo di 30.000 euro, se rientrano all'interno di un progetto più ampio di Riqualificazione Energetica della propria abitazione.

In questa detrazione specifica, che fino alla fine del 2017 era stata fissata nella misura del 65%, rientrano tutti i generatori di calore a biomassa, compresi quelli senza caldaia integrata, che superano l’85% del rendimento e che sono in possesso del certificato ambientale come specificato nel vademecum ENEA. Tale detrazione non prevede l’obbligo di presentazione dell’attestato di certificazione (o qualificazione) energetica.

LINK UTILI

per qualsiasi informazioni mettiamo a Vs disposizioni i seguenti siti ufficiali agenzie delle entrate:

DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA 

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

INCENTIVI PER IL CITTADINO